Ogino- Kaos

No, non seguo Sanremo, lo ignoro. Vivo nell’ombra dei commenti “delgiornodopo”, sono in genere affidabili e spesso aiutano a scoprire piccoli mondi che alimentano il mio scetticismocinismomiscredente (così suona meglio). Una di queste chicche è stata la presenza sul palco di una famiglia composta da 18 persone (16 i figli) che a quanto pare oltre a non essere a conoscenza di nessun metodo contraccettivo si sono proclamati “unti dal Signore”.

Mi sono documentata su questi pionieri della riproduzione. Ho scoperto che prima di sposarsi hanno praticato 8 anni di astinenza, e devo ammettere che è lodevole non indurre in tentazione data la facilità al giorno d’oggi di trovare delle occasioni per concedersi. Sono scelte e non nuociono a nessuno, forse solo un pochino ai testicoli, ma con l’aiuto del Signore si superano anche i rigonfiamenti. Finalmente poi arriva la tanto agognata notte di nozze e da li in poi è stata tutta una discesa.

Hanno letteralmente cominciato a riprodursi come se non ci fosse un domani (parliamo di un figlio all’anno) fottendosene allegramente delle complicazioni che un utero indisciplinato può causare: tanto ci pensa sempre il Signore di cui sopra. Mi è quindi tutto chiaro: tutti quegli spermatozoi dormienti e accatastati per 8 lunghissimi anni hanno dovuto in qualche modo dare sfogo alla loro repressione. Erano tenuti prigionieri, sopportando chissà quali torture, abbandonati a loro stessi, mantenuti in vita soltanto dalla speranza un giorno di riuscire ad uscire dal tunnel.

Quella prima eiaculazione deve essere stata uno spettacolo di fuochi d’artificio. Non ci sono film porno secondo me che sarebbero in grado di rappresentarla. Temo che il primo concepimento abbia causato un effetto a catena, quei poveri spermatozoi hanno preso il numero come dal salumiere, ed ad ogni ovulazione aspettano pazienti il loro turno.

Se siete quindi preoccupati della sovrappopolazione, del fatto che probabilmente un giorno non ci saranno sufficienti risorse alimentari per sfamarci, non crucciatevi, astenetevi, svuotate solo la mente facendo gonfiare i testicoli, e vedrete che il Signore prima o poi si presenterà con un regalo.

Non vedo l’ora che questo Signore decida di premiare l’umanità intera, magari con un altro meteorite.

La famiglia Anania prima di entrare in chiesa per la messa della domenica. Si noti la luce simbolo del dono del Signore.

La famiglia Anania prima di entrare in chiesa per la messa della domenica. Si noti la luce simbolo del dono del Signore.

P.S. Nessun spermatozoo è stato ucciso nella stesura di questo SMCpost. Il suddetto Signore spesso nominato è frutto della fantasia dell’autrice.

Annunci

2 risposte a “Ogino- Kaos

  1. non ne sapevo nulla, sono andato a curiosare. lasciamo anche perdere l’aspetto riproduttivo (saran poi fatti loro…), di tutto mi fa riflettere un punto dell’intervista che rilascia il padre. riporto dal sito corriere della sera: “«Volete sapere quanto guadagno? 2.200 euro al mese, inclusi gli assegni familiari». Ma come fate ad arrivare alla fine del mese? «C’è sempre l’aiuto della Provvidenza, sicuro, puntuale e ben tangibile. Si può scoprire, per esempio, in un arretrato imprevisto. In un sostegno che arriva da qualche parte. Sono autentici piccoli miracoli, basta saperli capire. L’uomo può anche offendere, se regala qualcosa a qualcuno. Dio non lo fa mai. E non ti costringe nemmeno a chiedere, perché si muove in anticipo sapendo delle tue necessità».”.
    ecco, se sull’altra questione dico, vedi sopra, saran poi fatti loro, su quest’ultimo punto, al contrario, mi sento di veicolare un cordiale vaff*****o da parte di tutti quelli che, mannaggia a loro miscredenti, il suddetto signore s’è dimenticato, senza retorica, in fondo al mare o sotto a un ponte.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...